Far “ scricchiolare il collo” è la cosa più facile da fare male e più difficile da fare bene.

Per i motivi più disparati che vanno dall’inquinamento ambientale, ad una cattiva alimentazione, ad abitudini scorrette durante la gravidanza e in età pediatrica, il rischio di essere di fronte ad una malformazione anatomica delle prime tre vertebre cervicali così come dell’arteria vertebrale supera di gran lunga il 50% delle possibilità. Questa condizione misconosciuta rappresenta un pericolo per tutti quei terapisti che, con troppa leggerezza, “scricchiolano” il rachide cervicale. Atto medico a tutti gli effetti è una pratica abusata e sempre meno tollerata da molte persone.

Lo studio di anni sugli effetti a lungo termine delle tecniche manipolative dirette sul rachide cervicale, ci ha permesso di sviluppare un metodo di trattamento del tutto innovativo sulla zona forse più sensibile della colonna vertebrale, aumentandone la sicurezza, l’efficacia, la tollerabilità e riducendone i possibili effetti indesiderati.