Non si fa altro che parlare di omofobia e pensiero unico. E se l’omofobia di oggi  affondasse le sue radici in uno dei dogmi più severi della scienza? Magari a chi si sente autorizzato a promulgare leggi farebbe piacere sapere che alcune “verità scientifiche” non sono poi così scientifiche e furono prese come dogma per giustificare l’ideologia della superiorità dell’uomo bianco europeo civilizzato e le conseguenti porcherie. Ancora oggi l’idea della superiorità della razza o del genere sulla base all’evoluzione “Darwiniana” è il fondamento di ogni tipo di omofobia, che viene sistematicamente giustificata con il concetto di superiorità/inferiorità. Un’idea interessante viene proposta da Valentino Bellucci nel suo “La chiesa di Darwin”. La battaglia vera, quella che ci salverà, rimane una battaglia culturale, non è un caso infatti che nei vari paesi omofobia, bullismo ed altro siano direttamente collegati all’ importanza che viene data all’istruzione. Invece che sui social bisognerebbe combattere in famiglia la battaglia per la cultura, al posto di prendere per buona ogni verità proposta dal pensiero unico.